Politiche giovanili: anno zero

Appena deliberato all’unanimità il Protocollo d’Intesa fra Provincia e Comuni sulla costituzione di un “Tavolo di coordinamento delle politiche giovanili e del terzo settore”. Un primo passo importante che la Provincia non aveva ancora mai fatto. Qualcuno potrebbe dirmi: un “tavolo? un altro tavolo? è solo un altro modo per non risolvere i problemi dei giovani del nostro territorio!”. Penso, invece, che questo protocollo d’intesa possa essere un primo passo per diversi aspetti molto concreti:

– coordinare: metteremo intorno allo stesso tavolo tutti gli assessori comunali + tutte le consulte giovanili + due componenti del terzo settore per ogni comune + la Provincia.

– finanziare: faremo gli intermediari con Regione, Ministero della Gioventù, Unione Europea per avere un quadro generale dei finanziamenti per le politiche giovanili, li sommeremo a quelli della Provincia e li gireremo su fatti e progetti concreti, non sporadici, non iniziative improvvisate.

– lavoro, formazione, integrazione multietnica: il compito del tavolo sarà affrontare l’accesso al mondo del lavoro, il tema della dispersione scolastica, la formazione e la cultura, gli spazi ed i tempi dell’aggregazione giovanile.

Lascia un commento