Operazione “Conti in tasca”

Come avevo anticipato qualche mese fa, eccomi a presentarvi tutti i compensi di consiglieri e assessori della Provincia di Livorno, compresi i miei, naturalmente. Aspettavo i conti ufficiali della ragioneria perché ho provato a scaricare il pdf del mio estratto conto ma risultava di difficile visualizzazione. Gli articoli de “Il Tirreno” di oggi e di sabato scorso cui potete accedere dai link sottostanti sono molto più chiari e danno l’idea molto più generale della spese globali della Provincia per gli amministratori.

Vedrete con chiarezza che le spese della Provincia di Livorno non sono affatto spese folli, non sono quelle della Regione Lazio o della Lombardia, non sono quelle di un’altra Provincia d’Italia qualsiasi, men che meno di una Provincia di una regione a statuto speciale. Vado orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto in questi anni di riduzione della spese per gli eletti a Livorno. In un momento di grave crisi come questo noi dobbiamo dare l’esempio, e comunque, fossimo anche in un momento di Buona Situazione Economica, continuo a pensare che la Politica sia un onore, un servizio civile, una passione, retribuita solo entro certi limiti.

Ecco quindi i gettoni di presenza a consigli e commissioni, i rimborsi per le spese automobilistiche dalla Sede della Provincia a Casa e… nient’altro. Non ho il telefono di servizio, non prendo ricariche telefoniche con i soldi del gruppo , non ho l’autorizzazione per la ZTL, non ho fatto ultimamente missioni di rappresentanza, non mi sono mai fatto rimborsare pranzi o panini mangiati in giornate lavorative per la Provincia. E continuerò a fare così perché penso che la buona politica passi prima di tutto da qui. Non criminalizzo chi ne ha usufruito, anche del mio stesso gruppo, ma a me va di fare così.

Clicca qui per leggere i rimborsi di tutti i consiglieri della Provincia di Livorno

Ed ecco i compensi degli assessori usciti su “Il Tirreno” di sabato scorso

Clicca qui per vedere le indennità della Giunta Provinciale

Infine, l’articolo di oggi per fare un paragone con le altre realtà della Toscana

Clicca qui per leggere la “situazione Toscana”

Lascia un commento