Set 13

Forse oggi non riusciremo a discutere tutte le mozioni all’ordine del giorno e forse toccherà aspettare la settimana prossima e il consiglio del 20 settembre. Intanto, però linko e metto in allegato le due mozioni di cui sono cofirmatario. Come vedrete dalla data di presentazione, le due mozioni sono “vecchie” in quanto presentate fra maggio e giugno 2012 ma a causa della discussione sull’abolizione delle Province e per una variazione di bilancio, come molte altre interpellanze e interrogazioni, sono slittate al mese di settembre.

La prima è la “fatidica” mozione sugli ungulati, sul danno da essi prodotto sulle coltivazioni e sulla pericolosità prodotta ai passanti sulle vie transitabili. Altresì, la mozione cerca di regolamentare gli abbattimenti e regolarizzare una pratica troppo spesso lasciata all’iniziativa personale delle singole squadre di cacciatori o dei singoli cacciatori.

Clicca qui per leggere la mozione sull’impatto degli ungulati nella nostra Provincia

La seconda mozione, invece, è più di ordine generale e sociale rappresentando una ferma presa di posizione in merito alla violenza sulle donne. Una mozione che vuol prendere di petto il problema troppo spesso poco considerato e, oltre a condannare senza eccezioni qualunque atto anche non necessariamente di natura fisica contro le donne, vuole spronare le istituzioni al rafforzamento del ruolo dei centri antiviolenza e di tutte quelle strutture volte alla tutela e al sostegno per le problematiche della donna. L’obiettivo principe della mozione resta, però la richiesta di ratifica da parte del Parlamento italiano e del nostro governo della “Convenzione sulla prevenzione e il contrasto alla violenza contro le donne” del Consiglio d’Europa STCE n° 210, firmata a Instanbul l’11 maggio 2011 da 19 Paesi (Francia, Germania, Grecia, Spagna, Austria, Finlandia, Islanda, Lussemburgo, Montenegro, Norvegia, Portogallo, Slovacchia, Svezia, Turchia, Albania, Serbia, Slovenia, Ucraina). E noi dove eravamo? Forse a umiliarle, le donne?

Clicca qui per leggere la mozione contro la violenza sulle donne



Nov 28

Oggi consiglio provinciale in seduta mattutina. Appena approvata la variazione per l’assestamento di bilancio. In questo momento in discussione lo schema di convenzione bilaterale regionale sul trasporto pubblico locale. Un problema che ci tocca tutti, tutti i giorni. Ha appena finito il suo intervento la mia collega di banco Rossella Lupi: molto brava soprattutto nel sottolineare la necessità di portare all’interno di una partita regionale (che rischia di essere troppo lontana) le esigenze dei territori.

Clicca qui per vedere la diretta streaming del consiglio. Evviva la trasparenza amministrativa.



Giu 9

 
Grazie, grazie ed ancora grazie.
Grazie per avermi dato fiducia, grazie per avermi votato o anche solo sostenuto, grazie per esserci stati.
I 3300 voti sono un risultato storico per il nostro territorio, permettendoci di superare altri collegi forti della Provincia.
Mi sembra superfluo dirvi che non finisce qui e che ho bisogno delle idee e delle proposte di ciascuno di voi per i prossimi anni.
In Consiglio Provinciale ci aspettano tutti, in massa.
Un abbraccio immenso, a tutti.

Francesco